Liceo Scientifico Sportivo Toniolo Bolzano Logo

La scuola per
gli atleti di talento.

Un progetto fortemente innovativo per cercare di dare risposta ai numerosi atleti di talento, locali e nazionali, che cercano di conciliare gli impegni scolastici con quelli agonistici di alto livello.

L’attenzione allo studente-atleta e alle sue molteplici attività sono al centro del lavoro quotidiano di chi opera all’interno della nostra scuola, attraverso l’attuazione di un modello didattico-organizzativo flessibile, moderno, individualizzato e calibrato sulle esigenze concrete e reali di uno studente-atleta di alto livello.

Loro ce l’hanno fatta,
anche grazie a noi.

Tania Cagnotto

Simone Giannelli

Maicol Verzotto

Elisa Vivarelli

Debora Vivarelli

Giorgia Piccolin

Jordy Piccolin

Elena Valentini

Elena Pirrone

Tu?

Miriamo alla crescita e alla formazione di donne e uomini, cittadini dinamici e competenti, ambasciatori consapevoli di una moderna cultura sportiva in un mondo multiculturale e plurilingue.

- Esio Zaghet, Dirigente Scolastico.

Scuola e sport,
in perfetta sintonia.

Un percorso formativo innovativo che concilia impegni scolastici con quelli agonistici di alto livello dello studente-atleta di talento e che risponde alle esigenze di:

Tamponare il “drop out” (o abbandono precoce), fenomeno che registra, proprio in età adolescenziale, la più alta percentuale di abbandono dello sport agonistico. Tra le cause con maggiore incidenza risulta esserci la difficoltà organizzativa nel conciliare lo studio con lo sport.

Far fronte alla tendenza crescente dell’iper-specializzazione precoce, ovvero alla tendenza ad abbassare sempre più l’età in cui gli atleti vengono sottoposti a regimi di allenamento impegnativi sia in termini di risorse fisiche che di tempo.

Confrontarsi con calendari agonistici sempre più intensi anche nelle categorie giovanili, tendenza altrettanto in crescita e che implica un coinvolgimento dei ragazzi più talentuosi in un gran numero di competizioni, anche di carattere internazionale. Il tutto aggravato da un'altra abitudine piuttosto diffusa, di utilizzare i giovani atleti promettenti anche nelle gare delle categorie superiori o in più campionati (se praticanti sport di squadra).

Sensibilizzare verso un problema sociale molto serio, rappresentato dalla difficoltà dell’inserimento lavorativo post-agonismo degli atleti di alto livello. La carriera sportiva, per quanto ricca di successi, si consuma in tempi brevi. Non pensare al futuro post-sportivo, non dedicarsi alla propria formazione personale, non accumulare esperienze in campo professionale, vuol dire affrontare il mondo agonistico con incertezze pericolose; significa che, finita la carriera, le molte, concrete variabili di incertezza del mondo lavorativo moderno si vedranno accentuate dal bisogno psicologico di crearsi nuove competenze, una nuova identità ed un nuovo ruolo.

Proteggere il valore educativo dello sport inteso nella duplice valenza di educare attraverso lo sport e per lo sport. Ciò significa sottolineare il potere universalmente riconosciuto allo sport di essere veicolo di valori positivi e allo stesso tempo riconoscere che alcuni problemi, di cui lo sport moderno soffre, richiedono educazione e consapevolezza specifiche.

Diamo spazio alla tua passione.

Il valore aggiunto della nostra scuola è rappresentato dalla gestione ottimizzata dello studente-atleta. Soddisfare i bisogni dello studente atleta adolescente rappresenta il nucleo centrale dal quale si snoda il percorso formativo del liceo: centralità dello studente-atleta di talento quale soggetto attivo del proprio processo di apprendimento, protagonista del proprio progetto formativo al fine di raggiungere il successo sia in ambito scolastico che in quello sportivo.

L’offerta formativa e la struttura didattico-organizzativa-gestionale della nostra scuola elude il rischio del misconcetto di un generico liceo per sportivi e per lo sport, lontano dal soddisfare le reali esigenze degli studenti-atleti di talento, ma, anzi, queste rappresentano il primo obiettivo a cui finalizzare tutto il progetto formativo.

Liceo scientifico.
Opzione applicate allo sport.


L’offerta formativa.

Il Liceo scientifico opzione scienze applicate con percorso in autonomia sportivo "G. Toniolo" di Bolzano è un’istituzione scolastica paritaria che svolge un servizio di pubblica utilità sul territorio altoatesino e che offre un’offerta formativa in ambito liceale scientifico rivolta al mondo dello sport.

Rappresenta l’unico percorso di studi con questa tipologia presente sul territorio locale per il gruppo linguistico italiano, ma aperto anche a studenti degli altri gruppi linguistici, la cui frequenza è aperta a studenti-atleti di qualsiasi disciplina sportiva, che intendono rivolgersi a questo liceo per coniugare la loro attività sportiva senza dover di fatto rinunciare ad una cultura liceale di base. Struttura organizzativa rappresentata da una flessibilità massima delle tempistiche di lezione e di apprendimento, in classe e individuali, oltre che nelle modalità metodologiche-didattiche. Ad iniziare dal ripensare i tempi, sia in termini di tempo-scuola sia in termini di tempi di apprendimento, evitando il rischio di sovraccarico di lavoro e di stress e affaticamento, che nel caso di studenti-atleti di talento sono difficili da gestire per le diverse implicazioni che generano, soprattutto nella loro sfera sportiva.

Protagonisti nella scuola,
così come nello sport.

Al di là del piano di studi e delle finalità educativo-formative della proposta liceale ad indirizzo sportivo, la specificità di tale percorso formativo è quella di adeguare il percorso di studi agli specifici bisogni dello studente-atleta. In tale prospettiva, la realizzazione di un percorso formativo per studenti-atleti non può prescindere dal fatto di mettere lo studente-atleta al centro di un sistema composto dalla famiglia, dalla scuola e dall’organizzazione sportiva, ovvero le tre componenti che concorrono comunemente al perseguimento del successo formativo e sportivo dello studente-atleta, e che collaborando in un’ottica sinergica potranno realizzare un percorso di studi innovativo ed efficace alle esigenze del talento sportivo in formazione. Per lo studente-atleta la percezione dell’unicità educativa e della collaborazione nell’ottica del successo sui due aspetti, quello scolastico e quello sportivo, è conditio sine qua non affinché il giovane talento sportivo possa orientarsi correttamente nel percorso di crescita personale, in ambito scolastico, professionale e sportivo.

Il percorso formativo così progettato risponde alle esigenze di un ambiente sereno e ideale per la crescita dello studente-atleta, elemento ritenuto oggi determinante dal mondo scientifico per lo sviluppo del talento sportivo. Questo rappresenta il vero valore aggiunto di una proposta formativa incentrata sulla gestione dello studente-atleta di alto livello.

Didattica innovativa,
ideata per lo studente
-atleta di alto livello.

Alla luce delle esigenze e dei bisogni reali degli studenti-atleti di alto livello è necessario ottimizzare i tempi dell’apprendimento in classe con strategie idonee, organizzare il piano orario e il calendario delle attività di valutazione in maniera compatibile agli impegni dell’attività agonistica, rendere possibile e sostenibile il recupero delle attività curriculari non svolte a causa di assenze per motivi sportivi, sviluppare la cultura sportiva mettendo al centro del proprio interesse di studio lo sport.
Tutto ciò viene concretizzato attraverso:

La progettazione e la pianificazione in modo chiaro, strutturato e preciso dei percorsi didattici modulari flessibili in ogni fase, soprattutto nei contenuti e nei tempi, tenendo ben presenti e ferme le competenze da conseguire.

La progressiva dissuetudine della lezione frontale tradizionale e passiva per dare ampio spazio ad una didattica attiva basata sul rendere lo studente protagonista della sua formazione.

La valorizzazione delle attività laboratoriali scientifiche sportive, che devono potersi sviluppare nelle varie fasi (presentazione, sperimentazione, rielaborazione) in un’unica lezione, eventualmente più lunga, resa possibile dalla struttura modulare.

La progettazione di un orario scolastico secondo una idonea distribuzione delle discipline in ogni giornata e secondo una struttura modulare che organizza l’anno scolastico per cicli complessivamente bimestrali.

La programmazione di un’agenda sostenibile dei momenti di valutazione.